Pubblicato il 6 Ottobre 2023 da Redazione in Attualità

Messaggio di allerta e sensibilizzazione riguardo la ricezione di chiamate dannose

Messaggio di allerta da malviventi che stanno tentando truffe telefoniche a discapito dei cittadini di Montecarlo.
Condividi Notizie:
Immagine Messaggio di allerta e sensibilizzazione riguardo la ricezione di chiamate dannose

MESSAGGIO DI ALLERTA: Attualmente sono stati colpiti molti residenti nel Principato di Monaco da telefonate dannose.

Gli interlocutori, che utilizzano numeri di operatore straniero, si presentano come finti agenti di polizia o avvocati per far credere alla vittima che un membro della sua famiglia è rimasto coinvolto in un grave incidente stradale.

adv-36

I malviventi chiedono alle ignare vittime di raccogliere una grossa somma di denaro (contanti, gioielli, ecc.) per poter porre fine al presunto procedimento giudiziario.

Si tratta di una campagna di telefonate dannose mirate a truffare le potenziali vittime che rispondono favorevolmente alle richieste dell’interlocutore.

adv-150

Il Messaggio di allerta contiene poi dei consigli da seguire in caso di chiamata ricevuta:

• Le persone che ricevono queste chiamate sono invitate a:

adv-85

– NON RISPONDERE ALLA CHIAMATA

– NON RISPONDERE FAVOREVOLMENTE ALLE RICHIESTE DELL’ L’INTERLOCUTORE

Sapevi che ?

Le frodi non riguardano solo le chiamate sospette: ad oggi basta un clic all’interno di una mail, di un sito web o di un’app per cadere nella rete dei criminali informatici.

Ad esempio vediamo insieme come funziona la truffa dello squillo:

Conosciuta anche come Wangiri o Ping Call, fa leva sulla curiosità della vittima. Il truffatore effettua una chiamata breve da un numero estero (uno squillo, per l’appunto) e il ricevente richiama per sapere chi fosse: è in questo momento che si rischia di perdere l’intero credito. I prefissi generalmente utilizzati sono +216 (Tunisia), +44 (Regno Unito), +373 (Moldavia), +383 (Kosovo), +53 (Cuba).

Oppure esiste la truffa chiamata vishing:

Tra le numerose chiamate di telemarketing, alcune potrebbero rivelarsi pericolose. Si tratta di vishing quando il chiamante finge di appartenere a un’organizzazione legittima come una banca o una compagnia telefonica per ottenere i dati personali della vittima. Come si riconoscono? Ecco alcune caratteristiche tipiche del vishing.

    • vengono richieste informazioni personali e/o bancarie anche se non stai effettuando un acquisto;
    • viene richiesto di pagare una tassa per aumentare le possibilità di vincere un premio;
    • il chiamante afferma di far parte di un’organizzazione senza scopo di lucro e chiede una donazione.

Entrando in possesso delle tue credenziali, i truffatori possono estorcere denaro e operare a tuo nome. Per questo motivo, non si dovrebbero mai fornire le proprie informazioni durante una telefonata di questo tipo: è sempre buona norma chiudere la conversazione e rivolgersi direttamente all’ente per accertarsi della veridicità della chiamata.

Visita La nostra Pagina Instagram

Leggi Altri Articoli