Pubblicato il 23 Aprile 2024 da Redazione in Attualità, Cannes

Cannes | 21 nuovi cestini “anti-macro rifiuti”

l'obiettivo è quello di limitare gli scarichi in mare dei rifiuti solidi quali plastica, vetro, alluminio e mozziconi di sigarette, trasportati tramite l'acqua piovana
Condividi Notizie:
Immagine Cannes | 21 nuovi cestini “anti-macro rifiuti”

A Cannes installati 21 cestini “anti-macro rifiuti” negli scarichi di Place Gambetta.

Questo sistema mira a limitare drasticamente gli scarichi in mare di rifiuti solidi come plastica, vetro, alluminio e mozziconi di sigarette, trasportati tramite l’acqua piovana. Tutto ciò è sintetizzato nello slogan, adottato da molte città francesi ed europee: “Qui inizia il mare”.

adv-455

L’Agglomération Cannes Lérins ha installato questi 21 cestini per il recupero dei macro rifiuti.

Installati nelle fognature di Place Gambetta a Cannes, ad un costo totale di 12.763 euro.

adv-802

Si tratta di dispositivi realizzati su misura dall’azienda locale Pollustock, che catturano i rifiuti solidi come plastica, vetro e persino mozziconi di sigarette, evitando che inquinino il mare.

Obbiettivi

Gli obiettivi sono due:

adv-591

  1. Rafforzare la preservazione del patrimonio naturale attraverso il recupero dei rifiuti prima che raggiungano il mare. Integrando così le operazioni di manutenzione e sensibilizzazione svolte quotidianamente sulla parte terrestre dell’abitato. Da quando GEMAPI (Gestione dell’Ambiente Acquatico e Prevenzione delle Inondazioni) è stata rilevata dall’Agglomerato di Cannes Lérins nel giugno 2016, più di 1.682.070 m2 di corsi d’acqua e valli pubbliche sono stati ripuliti e più di 254 tonnellate di macro rifiuti sono stati rimossi dal territorio.
  2. Avere una conoscenza dettagliata della natura e del volume dei rifiuti raccolti, al fine di ottimizzare le attrezzature e i dispositivi anti-rifiuti esistenti nei comuni dell’Agglomération Cannes Lérins. Nel mese di gennaio 2020, una trentina di reti di ritenzione erano già installate a Cannes, Mandelieu-La Napoule e Théoule-sur-Mer all’estremità dei tubi dell’acqua piovana e ora all’ingresso degli stessi. Ad oggi sono state raccolte su tutto il territorio più di 2 tonnellate di rifiuti secchi.

Accanto a queste soluzioni innovative, anche la sensibilizzazione, soprattutto nelle scuole, e la lotta ai comportamenti antisociali fanno parte di un sistema globale che mira a prevenire l’inquinamento del mare.

L’impegno ha portato alla posa, dal 2016, di 800 targhette “Qui comincia il mare“, uno slogan ripetuto in più di 50 comuni francesi ed europei.

Infine, dal 1° giugno 2019, i chioschi della ristorazione si sono impegnati a non utilizzare più stoviglie di plastica usa e getta.

Così come, dal 2020, tutti quanti operano sul demanio pubblico, in conformità con il Piano Plastica Zero del Comune di Cannes.