Pubblicato da Redazione in Attualità

Una Nizza deserta nella sua prima giornata di confinamento

Covid-19. Promenade e spiagge deserte e la polizia municipale al lavoro.
Condividi notizia:
Immagine Una Nizza deserta nella sua prima giornata di confinamento

Nel primo weekend di lockdown c’è una Nizza deserta, spiagge vuote e una Promenade desolata.

E’ trascorso il primo fine settimana di confinamento, in Costa Azzurra, con un bilancio tutto sommato positivo ed un sostanziale rispetto delle regole imposte dalla drammatica situazione pandemica.

adv-209

La Polizia è al lavoro, sono stati effettuati controlli in Avenue Jean Médecin, con verifiche dell’autocertificazione sullo smartphone.

Il Sindaco di Nizza, Christian Estrosi, a rivolgersi direttamente alla popolazione con queste parole:

“Questo primo fine settimana di confinamento è stato per lo più rispettato dalla popolazione di Nizza, che vorrei ringraziare. So quanto siano dolorosi gli sforzi che vengono chiesti da quasi un anno, ma so anche che alla fine questi sforzi daranno i loro frutti. Desidero inoltre congratularmi con la polizia municipale, pienamente mobilitata nel corso di questo fine settimana”.

Il Dipartimento è vicino al riconoscimento dell’alerte 5, il massimo di tipo sanitario, con il blocco delle attività per far fronte alla pandemia, la misura è stata chiesta da alcuni esponenti politici e potrebbe essere proclamata dalla regione se la situazione dovesse ancor più compromettersi.

Il bilancio dell’attività della polizia municipale nonostante alcune effrazioni rimane positivo e  può essere riassunto in queste cifre:

  •  645 verbalizzazioni legate al Covid-19 di cui 448 per mancata certificazione
  • 161 per non aver indossato la mascherina
  • 22 per aver passeggiato sul marciapiede sud della Promenade des Anglais
  • 14 per mancato rispetto del coprifuoco

adv-320