Pubblicato il 2 Novembre 2023 da Redazione in Attualità, Italia e Monaco

Monaco partecipa alla 51ª sessione del Comitato per la Sicurezza Alimentare Mondiale

Dal 23 al 27 ottobre, Monaco ha preso parte a Roma ai lavori della 51ª sessione del Comitato per la Sicurezza Alimentare Mondiale (CSA)
Condividi Notizie:
Immagine Monaco partecipa alla 51ª sessione del Comitato per la Sicurezza Alimentare Mondiale

Dal 23 al 27 ottobre, Monaco ha preso parte a Roma ai lavori della 51ª sessione del Comitato per la Sicurezza Alimentare Mondiale (CSA), che ha coinvolto quest’anno 126 Stati membri e circa 1.500 partecipanti, e ha visto l’elezione della Rappresentante permanente del Sud Africa presso la FAO a capo del Comitato.

Presentato all’inizio della sessione, il rapporto SOFI 2023 stima in media a 735 milioni (cioè il 9,2% della popolazione mondiale) il numero di persone che hanno sofferto la fame nel 2022, un numero notevolmente superiore ai livelli pre-pandemici. Se l’insicurezza alimentare moderata o grave è rimasta stabile a livello globale, l’obiettivo “Fame Zero” entro il 2030 sembra ora essere irraggiungibile, con stime che prevedono ancora 600 milioni di persone che soffriranno di sottoalimentazione cronica entro quella data. Nonostante il recupero economico, gli effetti combinati del cambiamento climatico, delle crisi e della crescente proliferazione dei conflitti nel mondo stanno compromettendo gli sforzi per eradicare la fame e contrastare l’aggravarsi delle disuguaglianze che colpiscono in particolare le donne e le persone che vivono nelle aree rurali.

adv-769

Linee Guida e Impegni di Monaco

Questa sessione è stata anche contrassegnata dall’adozione di Linee Guida Volontarie destinate a fornire indicazioni strategiche concrete ai paesi membri e ai partner dello sviluppo per far progredire l’uguaglianza di genere e l’empowerment delle donne e delle ragazze nel contesto della sicurezza alimentare e della nutrizione. Nel suo intervento, S.E. Anne EASTWOOD, Ambasciatrice e Rappresentante permanente di Monaco presso la FAO, ha elogiato il completamento di questo processo attivamente seguito e sostenuto finanziariamente dal Principato, sottolineando il ruolo trainante delle donne e delle ragazze nei sistemi agroalimentari e la necessità del loro pieno coinvolgimento nel raggiungimento dell’Agenda 2030. Ha anche sottolineato l’impegno di Monaco a favore dei diritti delle donne a livello nazionale e nell’ambito della sua politica di cooperazione internazionale.

Questa 51ª sessione si è conclusa con l’adozione di raccomandazioni generali per potenziare la raccolta e l’uso dei dati al fine di migliorare il processo decisionale, l’adozione del Programma di lavoro pluriennale 2024-2027 e con discussioni sulle conseguenze dell’instabilità dei prezzi sulla sicurezza alimentare e sull’importanza di un rafforzamento della protezione sociale.

adv-600

Per ricordare, il Principato dedica un terzo del suo aiuto pubblico allo sviluppo ogni anno per combattere la malnutrizione, attraverso programmi volti principalmente al potenziamento dell’agricoltura familiare e delle filiere sostenibili.

 

adv-905

Visita La nostra Pagina Instagram

Leggi Altri Articoli