Pubblicato da Sara Contestabile in Attualità, Eventi

Un nuovo ponte culturale fra Principato di Monaco e l’estremo ponente ligure: con il Festival Printemps des Arts

Il prestigioso festival musicale monegasco - al via dal 17 marzo all’8 aprile - é stato presentato per il secondo anno nelle scuole dell’imperiese
Condividi notizia:

E’ il secondo anno che il celebre festival musicale Printemps des Arts di Monte-Carlo, torna nelle scuole italiane. L’edizione 2017 del festival monegasco, in programma in Principato dal 17 marzo all’8 aprile. Anche in questo mese di marzo viene presentata da relatori, esperti di arte, musica e teatro, nelle scuole liguri coinvolgendo i ragazzi delle medie inferiori e superiori e il Polo Universitario Imperiese. L’intento è quello di promuovere il festival come realtà produttiva e culturale rivolta agli studenti e di incrementare il numero di giovani che si appassionano alla musica e al teatro. Tante le scuole dell’imperiese che hanno risposto in modo affermativo all’idea di accogliere la presentazione di questo celebre festival monegasco. Il Printemps des Arts é stato presentato infatti all’ Istituto Montale di Bordighera e Istituto Comprensivo, l’Istituto Comprensivo Sanremo Centro Levante, la Scuola di musica Ottorino Respighi, l’Istituto Ruffini Aicardi di Arma di Taggia e nella città di Imperia, hanno aperto le porte al festival l’Istituto Comprensivo Sauro, quello Novaro, il Ruffini, il Polo tecnico Imperiese, l’Istituto Comprensivo Littardi e il Polo Universitario Imperiese.

Il Printemps des Arts, giunto alla trentatreesima edizione, è una delle più importanti manifestazioni culturali europee incentrata sulla musica di ogni tempo dal Medioevo alla contemporanea con una significativa apertura al teatro e alla danza. L’azione didattica e divulgativa è un asse portante del festival: incontri con il pubblico, tavole rotonde, master class fanno parte a pieno titolo della programmazione, inoltre giovani talenti e studenti delle scuole di musica e dei conservatori si esibiranno accanto a rinomati artisti di fama internazionale.
Questo ‘ponte culturale’ creato proprio per i più giovani, coinvolgendo le scuole e gli studenti dei comuni italiani limitroi al Principato, si svolgono nell’ottica di offrire a studenti e insegnanti un’ampia gamma di contenuti, dagli aspetti artistici a quelli turistici alla migliore conoscenza del territorio monegasco, importante ed internazionale centro di cultura, per coinvolgere le classi in un viaggio nel segno della curiosità e per scoprire e condividere il fascino della musica.

adv-289

L’edizione 2017 del Festival sarà ospitata in sale da concerti e luoghi ‘non convenzionali’ del Principato e della Costa Azzurra e spazierà dalla musica rinascimentale (Claude Lejeune, Palestrina, Orlando di Lasso), alla contemporanea ed elettroacustica con il workshop dedicato alla presentazione della piattaforma multimediale chiamato ‘Iannix’, che ritorna dopo il successo dell’anno scorso (evento seguito anche da molti studenti). Quest’anno figurano un omaggio al romantico ed eccentrico Hector Berlioz e due weekend dedicati al pianoforte in tutte le sue declinazioni. Tanti i grandi interpreti fra i quali Hélène Grimaud, pianista francese dal talento straordinario e precoce, e formazioni di prestigio (la Frankfurt Radio Symphony, le Filarmoniche di Monte-Carlo e di Nizza, gli ensemble Les Siècles, Doulce Mémoire, Huelgas). Dopo il debutto a Monaco nel 2013, torna l’Orchestra congolese Kinshasa e, tra gli appuntamenti più attesi e apprezzati del festival, torna il viaggio a sorpresa alla scoperta di territori artistici e geografici sconosciuti.

Cinque le prime esecuzioni assolute commissionate dal festival: Aquateinte, concerto per oboe e orchestra di Michael Jarrel (17 marzo), Mazeppa, ou l’amoureuse échappée di Patrick Marcland (19 marzo), Hondar di Ramon Lazkano e Move 03 di Miroslav Srnka (2 aprile). L’altra prima su commissione segna anche la presenza di due italiani al Printemps des arts 2017. Si tratta di Alcune disordinate geometrie interiori di Francesco Filidei (2 aprile) che vede come solista il flautista Mario Caroli, impegnato anche in un master class l’1 aprile. La novità assoluta 2017 sarà infine il Monaco Music Forum: una giornata di spettacoli di teatro, musica, danza e installazioni in programma contemporaneamente in differenti sale dell’Auditorium Rainier III.

Le masterclass si terranno il 22 marzo aprile (14.00-17.00) e l’1 aprile (10.00-13.00) presso l’Académie de Musique Rainier III tenute rispettivamente dal pianista Jean-Efflam Bavouzet e dal flautista Mario Caroli (ingresso libero fino ad esaurimento posti). Il workshop IANNIX finalizzato a presentare un nuovo strumento informatico che associa la musica elettronica alle immagini si terrà dal 27 al 31 marzo.

Il prezzo dei biglietti per gruppi di studenti è di 8 euro. Modalità di prenotazione e di acquisto dei biglietti: 12 avenue d’Ostende MC 98000 Monaco, tel +377 97983290 – info@printempsdesarts.mc – www.printempsdesarts.mc

adv-465
X