Pubblicato il 11 Giugno 2024 da Redazione in Eventi, Monaco

APIdays : “Giornate nazionali dell’ape, sentinella dell’ambiente”

Dal 2011, Monaco ha deciso di associarsi al programma "L'ape, sentinella dell'ambiente" avviato dall'Unione Nazionale dell'Apicoltura Francese (UNAF).
Condividi Notizie:
Immagine APIdays : “Giornate nazionali dell’ape, sentinella dell’ambiente”

APIdays

Dal 2011, Monaco ha deciso di associarsi al programma “L’ape, sentinella dell’ambiente” avviato dall’Unione Nazionale dell’Apicoltura Francese (UNAF).

adv-928

Dalla firma di questa partnership, sono state installate diverse arnie in vari luoghi della Principauté, soprattutto sul tetto terrazza del Museo dei Francobolli e delle Monete a Fontvieille.

adv-939

Queste arnie sono monitorate digitalmente e consentono di misurare gli impatti del nostro ambiente su questi preziosi contribuenti al grande ciclo biologico.

Un numero sempre maggiore di minacce infatti gravano sulle api e su tutti i pronubi in generale, con l’uso di pesticidi, la monocultura, i cambiamenti climatici o nuovi predatori come l’ornitore asiatico.

adv-663

Al fine di sensibilizzare sul ruolo fondamentale delle api e sull’importanza della loro protezione, il Dipartimento di Sviluppo Urbano è lieto di offrire attività gratuite per bambini e adulti venerdì 14 giugno e sabato 15 giugno, dalle 9:00 alle 16:00 nel Giardino dell’UNESCO sulle terrazze di Fontvieille.

Il programma include workshop sul miele e sulle api: estrazione del miele, realizzazione di candele con cera naturale, assemblaggio di un’arnia, giochi educativi, mostre fotografiche…
Vi aspettiamo numerosi per gli APIdays


Curiosità sulle api

Hanno cinque occhi

Le api hanno due occhi composti e tre occhi semplici, detti ocelli, e vedono a 360 gradi. La testa dell’ape operaia ha una forma triangolare e negli angoli superiori si trovano i due occhi composti, che sono i più grandi e sono formati da migliaia di piccoli elementi.

Hanno una proboscide

Le api hanno cinque occhi ma sono senza una vera e propria bocca. Per succhiare il nettare hanno una specie di proboscide che viene chiamata ligula, che è una specie di proboscide e arriva fino a otto millimetri di lunghezza


Visita La nostra Pagina Instagram

Leggi Altri Articoli