Pubblicato da Redazione in Attualità, Eventi

Jane Birkin all’Opera Garnier di Monte-Carlo per un nuovo omaggio a Serge Gainsbourg

L'11 maggio 2017, Jane Birkin concederà un nuovo ommagio a Serge Gainsbourg all'Opera Garnier di Monte-Carlo. Sarà accompagnata dall'orchestra Philarmonique di Monte-Carlo.
Condividi notizia:

Dopo essersi fatta notare a vent’anni in Blow Up, film di Michelangelo Antonioni, Jane Birkin sbarca in Francia in occasione delle riprese di Slogan. Pierre Grimblat cerca un’inglese che risponda a tono a Serge Gainsbourg. Nella Parigi del 1969 comincia così la loro mitica storia d’amore.  Non si lasciano più, dando origine alla leggenda nei bar “underground”, dove si leva il soffio di libertà post-sessantottino.

Registrano « Je t’aime moi non plus ». La censura si scatena, il disco vende un milione di copie nel giro di qualche mese. La loro figlia Charlotte Gainsbourg nasce nel 1971. Nel 1973 esce Di Doo Dah, primo album solista di Jane. Nel 1975, gli amanti terribili sono di ritorno con Je t’aime moi non plus, il film.

adv-268

Il pubblico viene sedotto dall’accento acidulo di Jane, dalla sua voce per metà acuta e per metà sussurrata, e dall’ atmosfera ovattata che sa infondere nei testi torturati di Serge. Nel 1981, Jane lascia SergeGainsbourg soffre per quella separazione, e lo rivela, pudicamente, dedicandole Baby alone  in Babylone.

Dopo l’uscita di Lost song nel 1987, Jane sale sulla scena del Bataclan. Nel 1990, Gainsbourg le consacra il nuovo album-dichiarazione: Amours des feintes. Sarà l’ultimo. Gainsbourg si spegne il 2 marzo 1991.

I fan di Jane, che la supplicano di continuare a « cantare Serge », verranno esauditi nel 1996, anno dell’uscita di Versions Jane, in cui diversi artisti, come Goran Bregovic o il percussionista senegalese Dudu N’Diaye Rose riorchestrano 15 pezzi del repertorio giovanile di Gainsbourg.

Nel 2002, Jane vuole ancora una volta interpretare a modo suo pezzi come Elisa, Les dessous chics, la sua canzone preferita, o ancora Amours des feintes. Accompagnata da musicisti orientali, porta le canzoni di Serge a respirare atmosfere “nel contempo algerine, andaluse, ebraiche e gitane”.

Questo nuovo spettacolo viene battezzato Arabesque. Dopo il terremoto e la catastrofe nucleare di Fukushima, Jane Birkin vola in Giappone per partecipare a un concerto a favore delle vittime. È in questa occasione che incontra Nobuyuki Nakajima, che successivamente arrangerà le canzoni di Gainsbourg in stile jazzy per una tournée omaggio a 20 anni dalla sua scomparsa: Serge e Jane «VIA JAPAN ».

Nel 2013, Jane Birkin, Michel Piccoli e Hervé Pierre si producono in una lettura ispirata di sessanta testi scelti  dall’integralità delle opere di Serge Gainsbourg : « Gainsbourg, poète majeur »L’11 maggio 2017, all’Opéra Garnier Monte-Carlo, Jane Birkin concederà un nuovo omaggio a Serge Gainsbourg accompagnata dall’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo.

Prezzo: 72.50€

Maggiori Informazioni e prenotazioni su montecarlolive.com

adv-592
X