Pubblicato da Redazione in Attualità

Costa Azzurra: il prefetto annuncia il Lockdown nei weekend

Da Mentone a Théoule-sur-Mer nei prossimi fine settimana ci sarà in vigore un lockdown totale nell'aerea costiera.
Condividi notizia:
Immagine Costa Azzurra: il prefetto annuncia il Lockdown nei weekend

NIZZA. La situazione non è delle migliori, il tasso di incidenza dei contagiati da Covid-19 ha superato i 700 casi su 100mila abitanti.

Il prefetto delle Alpi Marittime Bernard Gonzalez annuncia così le misure decise per il Dipartimento che diventano scelte obbligate anche se sofferte.

adv-679

In particolare da Mentone a Théoule-sur-Mer nei prossimi fine settimana ci sarà in vigore un lockdown totale nell’area costiera.

Il confinamento prevede gli spostamenti saranno limitati dal venerdì alle 18 fino al lunedì alle 6, alle sole ragioni urgenti e autocertificate.

Nel dettaglio:

  • Si potrà uscire di casa per una sola ora al giorno, entro un raggio di 5 chilometri, sempre con autocertificazione.
  • Nelle aree urbane (della fascia costiera) saranno chiuse tutte le attività fatta eccezione per quelle sanitarie ed alimentari.

Il coprifuoco è confermato per tutti i restanti giorni della settimana dalle 18 alle 6 del mattino.

  • Finiscono le deroghe per le mascherine, la decisione è quella di farle diventare obbligatorie in tutto il territorio dipartimentale.
  • Saranno rinforzati i controlli di polizia lungo le strade, in ferrovia e negli aeroporti di Nizza e Cannes.
  • A caso verranno individuati dei voli i cui passeggeri saranno sottoposti a test PCR.
  • Chiudono tutti i negozi con superficie superiore a 5.000 m² fatta eccezione per quelli alimentari e le farmacie. Potranno continuare a servire i clienti a domicilio attraverso prenotazioni on line.
  • Sulle frontiere saranno rinforzati per verificare il possesso dei certificati PCR da parte di quanti vorranno entrare in Francia, fatta eccezione per i lavoratori transfrontalieri.
  • I negozi superiori a 400 m² dovranno riservare una superficie utile di 15 metri quadrati a cliente (attualmente era di 10 metri quadrati) assicurando il rispetto dei gesti barriera.
  • I negozianti dovranno prevedere la presenza di un addetto che inviti i clienti al rispetto delle misure di sicurezza, gli orari di apertura saranno estesi a tutta la giornata.

Queste restrizioni non hanno accolto il favore di tutti:

Il Presidente del Dipartimento delle Alpi Marittime Charles Ange Ginésy:

Sono perplesso di fronte ad alcune misure annunciate. Mantengo la mia contrarietà al coprifuoco delle 18 che, a mio avviso, non ha mostrato alcuna reale efficacia. Siamo stati uno dei primi territori ad applicarlo il 2 gennaio. Ciò non ha impedito al COVID-19 di svilupparsi nel nostro Dipartimento, rendendo il nostro territorio il più colpito della Francia.

Il Sindaco di Nizza e Presidente della Métropole Nice Côte d’Azur, Christian Estrosi invece accoglie le misure:

Accolgo con favore l’attuazione delle misure annunciate che vanno nella direzione di ciò che volevo e che abbiamo discusso con Olivier Véran nel mio ufficio durante la sua visita.
Un blocco nel fine settimana scoraggerà dall’andare in Costa Azzurra durante queste vacanze invernali. C’erano troppi turisti tra Natale e Capodanno, si è passati da 20 voli giornalieri a 120 all’aeroporto di Nizza, nonostante le mie allerte e il decreto contro gli affitti stagionali che é stato sospeso dal Consiglio di Stato.

 

Da oggi un notevole quantitativo aggiuntivo di vaccini Pfizer e AstraZeneca è stato messo a disposizione dell’Agenzia Regionale della salute per procedere ad una massiccia vaccinazione anche della fascia di età immediatamente inferiore ai 65 anni.

 

adv-738