Pubblicato il 28 Dicembre 2023 da Redazione in Eventi

Le mostre di Monaco da vedere entro il 2023

Qui l'elenco di tutte le mostre che si concludono alla fine del mese. Ancora pochi giorni!
Condividi Notizie:
Immagine Le mostre di Monaco da vedere entro il 2023

Oltre alle mostre che vantano i siti culturali monegaschi, il 2023 è stato scandito da eventi di spicco che meritano di essere ricordati per le Commemorazioni del centenario della nascita del Principe Ranieri III, con eventi che hanno evidenziato vari aspetti della vita del Principe Costruttore durante il suo regno, dal 1949 al 2005.

  • Mostra« Il Principe costruttore.  Un’ambizione per Monaco.  » alla sala espositiva del Quai Antoine Ier ; dal 20 luglio al 31 dicembre 

Nell’arco di tutto il suo regno, il Principe Ranieri IIi si è cimentato in una trasformazione sostenibile e perenne del Principato. Nuova costituzione nel 1962, ridefinizione delle relazioni con la Francia, apertura verso il mondo, creazione di eventi di caratura mondiale….attraverso plastici, fotografie e documenti inediti, questa mostra evidenzia l’approccio unico di un Principe mosso dall’ambizione di garantire la prosperità e il benessere della Sua popolazione.

adv-362

  • Mostra “Il Principe al centro del circo” alle Terrasses de Fontvieille, dal 22 novembre al 28 gennaio.

Dal 1974, il Principato di Monaco avvia l’anno con una manifestazione ricca di stelle: il Festival International du Cirque de Monte-Carlo. Si tratta di un evento imperdibile, che quest’anno festeggia il suo mezzo secolo di vita! La mostra ripercorre le azioni intraprese dal Principe Ranieri III, fondatore del Festival, le cui parole hanno guidato la scenografia. Testimonianze, estratti video di numeri emblematici, documenti inediti, numerosi costumi e opere collezionate: la storia del più prestigioso festival circense del mondo  approda alle Terrasses de Fontvieille fino alla fine di questa 46ª edizione.

  • Mostra “Il Principe e i suoi animali” al Jardin Animalier; dal 31 maggio al 31 dicembre

Il Principato di Monaco vanta un giardino zoologico che sovrasta il porto di Fontvieille, adagiato sul versante meridionale della Rocca sotto il Palazzo dei Principi. Fondato nel 1954 dallo stesso Principe Ranieri-III, questo giardino zoologico dall’omonimo nome ospita 300 animali di una sessantina di specie, la maggior parte dei quali sono stati trovati in seguito a sequestri doganali o a scambi con altri parchi. Fino alla fine dell’anno, il Jardin Animalier Rainier-III presenterà immagini d’archivio ineditdel Principe, che era un grande amante degli animali.

adv-150

  • Mostra “Principe Ranieri III, un roseto in omaggio alla moglie” al Roseto Princesse Grace; dal 1° giugno al gennaio 2024″

“Ogni donna è una rosa eterna a questo mondo”… questo è sicuramente l’adagio che ha dato vita al Roseto  Princesse Grace, inaugurato nel 1984 dal Principe Ranieri III in omaggio alla moglie. Quando si è trattato di selezionare i rosai più belli, il Palazzo dei Principi è stato inondato da centinaia di offerte provenienti da tutto il mondo, le cui 315 varietà sono state scelte personalmente dal Principe. Fino a gennaio, il  Roseto Princesse Grace ospiterà una mostra fotografica che dà risalto alle rose associate al Principe Ranieri III, con le foto dell’inaugurazione.

  • Mostra “Alberto I – Un principe preistorico” al Museo di Antropologia Preistorica; dal 20 marzo al 31 dicembre

Il Museo di Antropologia Preistorica propone di scoprire il principe Alberto I in modo diverso, attraverso il ruolo fondamentale che ha svolto nella ricerca  e nella storia dell’archeologia. Dall’esplorazione di grotte decorate ai primi scavi metodici, la mostra ripercorre l’affascinante percorso delle avventure e delle riflessioni archeologiche di un principe appassionato.

adv-255

  • Mostra “Pathé-Baby: Monaco come non l’avete mai vista” all’Istituto Audiovisivo di Monaco; fino al 29 dicembre

Un tuffo nella storia che vale decisamente la pena di fare… Grazie al lavoro dell’Istituto Audiovisivo di Monaco, il Principato si mette a nudo attraverso l’obiettivo delle telecamere Pathé-Baby. Una scoperta di archivi risalenti al secolo scorso e un salto indietro nel tempo mozzafiato. Oltre alle immagini di famiglia, sullo sfondo si staglia lo sviluppo urbanistico del Principato tra il 1925 e il 1970. Attraverso il Pathé Baby e le cineprese da 9,5 mm che l’hanno seguita si è catturata l’intera evoluzione di Monaco!

fonte: visitmonaco.com