Pubblicato da Sara Contestabile in Business

Outdoor e indoor da sogno. Dove nascono a Monte Carlo le idee di lusso per ville, jet e barche da favola

Condividi notizia:

sabrina-monte-carlo-lusso

Outdoor e indoor da sogno. Dove nascono a Monte-Carlo le idee di lusso per ville, jet e barche da favola

Da quasi 20 anni ‘Sabrina Monte-Carlo’ é il brand dell’interior design sinonimo di lusso in Costa Azzurra. Per una clientela esigente ed attenta, che investe nell’indoor e outdoor haut de gamme, il gusto e la raffinatezza di Sabrina Monteleone – questo il nome della fondatrice – oggi é punto di riferimento per i proprietari di ville da sogno e superyacht. Rivenditori ufficiali di marchi fra i più esclusivi (da Hermes a Baccarat) anche chi possiede un jet oggi si affida al senso dell’eleganza di questa intraprendente (e attraente) monegasca, le cui origini affondano nella nostra Italia.

adv-362

Mio padre arrivo’ a Monaco quando aveva appena 11 anni. Io sono nata e cresciuta qui, 100% monegasca. Il mio brand ‘Sabrina Montecarlo’ nasce nel 1999, ero a Parigi – spiega Sabrina Monteleone – stavo facendo gli ordini per il mio primo negozio e non sapevo ancora come chiamarlo. E’ stato uno dei miei fornitori a suggerirmi di distinguerlo con il mio nome e il mio Paese. Il turchese é il mio colore da sempre. Nacque così ‘Sabrina Monte-Carlo’, logo e brand.

Inizialmente erano due le boutique nel Principato una di design e una di abbigliamento. Oggi si contano 5 boutique in Costa Azzurra – da Mentone a St Jean Cap Ferrat – tutte dedicate al design e vendono in tutto il mondo. Qui Sabrina é un po’ come Colette a Parigi.

Da Colette a Parigi avevi articoli di Moda e design – spiega Sabrina – col passare degli anni a Monaco, crescevo nel design. Siamo nati con i tessuti é un mondo che conosco molto bene, i miei genitori erano sarti. Vesitre se stessi o vestire una casa, non é poi cosi’ diverso. E ho continuato in questa direzione.

Rivenditori ufficiali di marchi esclusivi, tra cui Paola Lenti, Kettal, Roda, Summit per l’outdoor, con B&B, Flexform, Baxter per l’indoor, Sabrina Monte-Carlo oggi conta una squadra di 25 persone, quasi tutte donne – tiene a precisare la titolare – gli uomini sono prevalentemente incaricati del delivery.

Arredate ville e Jet ma la vostra specialità é l’indoor e l’outdoor di mega yacht.

Il 70% del nostro fatturato proviene proprio dalle barche. Lavoriamo con architetti e designer, di cui siamo fornitori. A loro, o al cliente finale, forniamo la merce per i vari allestimenti dell’imbarcazione. Tutto quello che non é fisso. L’architetto o il designer si occupano della progettazione e del design dei vari spazi e delle diverse soluzioni di arredo. Noi forniamo dalla A alla Z arredamento e accessori. Dal divano al cucchiaino, dal sapone all’attaccapanni. Tutto personalizzato e con una cura quasi maniacale per il dettaglio.

Qual é uno dei challenge più difficili?

E’ una gestione importante perché ci vuole un enorme lavoro di logistica. E’ necessario avere molta merce disponibile, perché i gusti dei clienti sono molto vari ed é indispensabile una grande organizzazione. Quando spediamo in Australia, piuttosto che in Germania, in Olanda o in America, non deve mancare nulla, la merce deve arrivare tutta, corretta e controllata – Il 50% del turnover di Sabrina Monte-Carlo é rappresentato dall’Art de la table: porcellane, cristalleria, posate, tovaglie.

E’ un aspetto molto importante perché la metà del tempo che si passa in barca lo si trascorre a tavola, mangiando. Il comfort, avere bei piatti e servizi sullo yacht é fondamentale, più che in una casa. Su una barca, dai 70 metri in su, si hanno in genere 4 servizi di piatti: per la colazione, per il pranzo e due per la cena (senza contare che tutto deve essere abbinato con i colori, dalle tovaglie ai fiori). Di solito si tratta di servizi da 24 ma abbiamo clienti che organizzano feste importanti a bordo e possono ordinare servizi anche da 100 pezzi. Ma certo ci vuole spazio.

Lo spazio viene creato quando il mega yacht é in costruzione, di solito 18 mesi prima che venga consegnato: una volta inviato il campione di ogni pezzo scelto, vengono creati i mobili su misura per contenere stoviglie e cristalleria. Un lavoro studiato al millimetro e portato avanti in sinergia con gli architetti, i designer ed il cantiere.

Perché un armatore sceglie di affidarsi alla sua impresa?

Siamo un’azienda seria, che opera a Monaco da tanti anni e siamo molto organizzati. Manteniamo i prezzi di listino e questo piace agli armatori. Ci occupiamo della consegna a bordo e forniamo un servizio completo, che include anche il training alle hostess e agli steward su come apparecchiare i tavoli, sistemare i vari oggetti o fare i letti. Assieme al progetto finale forniamo anche l’inventario completo, praticamente un manuale di tutto quello che é stato acquistato, incluse le indicazioni di come mantenerlo. Quello che piace é anche che nel nostro showroom si può scegliere tutto: dalle lenzuola, alle posate, dai sofa per l’esterno ai tessuti fino all’oggettistica, per ogni stile e gusto.

Il lavoro di cui va più fiera?

Tanti. Ma tutti gli ultimi progetti direi sono bellissimi. Come ad esempio, Silver Fast, mega yacht realizzato in Australia. E Kometa, nuovissimo, costruito in Olanda. Entrambi 77 metri.

Vi occupate anche dell’arredo di jet privati. Quali esigenze per un aereo?

A bordo di uno yacht solitamente si trascorrono tempo libero e vacanze. Un jet invece ha principalmente una funzione di trasporto, ci percorri una tratta, non si fanno ‘follie’. Per i jet forniamo prevalentemente piatti e biancheria. Maggiore fantasia possiamo averla per i rivestimenti: dai cuscini, ai plaid di pelliccia e la moquette. In ogni caso un aereo rimane sempre più classico rispetto uno yacht o una casa. E diciamo che l’allestimento anche di un grande aereo privato corrisponde comunque ad una piccola barca come impegno. E’ un lavoro interessante ma non é mai così grande –

Da dove provengono i suoi clienti più importanti?

Un po’ da tutto il mondo, russi, americani, Middle East. Anche europei, italiani. Un mix da tutti i continenti, per ciò che riguarda le barche. Per quanto riguarda l’arredo di appartamenti e ville a Monaco abbiamo molti clienti italiani. Ma anche tedeschi e svizzeri.

Progetti per il futuro? Aprirà altri showroom?

Il mio sogno sarebbe un negozio a Capri. Ma é complicato aprire su un’isola. Mi accontento di andarci in vacanza. Adoro Capri. Per il futuro mi piacerebbe aprire qualcosa a Londra.

adv-712
X