Pubblicato il 26 Gennaio 2024 da Redazione in Attualità

Quinta riunione plenaria del Comitato per la promozione e la protezione dei diritti delle donne – Una costante mobilitazione.

Condividi Notizie:
Immagine Quinta riunione plenaria del Comitato per la promozione e la protezione dei diritti delle donne – Una costante mobilitazione.

Il Comitato per la promozione e la protezione dei diritti delle donne ha presentato il suo quinto rapporto annuale di attività, che riepiloga l’intero lavoro svolto nel 2023 durante la sua riunione plenaria presieduta da Isabelle BERRO-AMADEI, Consigliere di Governo-Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni monegasche, della Direzione dei servizi giudiziari, dei servizi dello Stato e delle associazioni che operano a favore dei diritti delle donne.

Nell’introduzione della seduta, Isabelle BERRO-AMADEI ha ricordato che “in un mondo segnato da sofferenze, ferito dai conflitti, dalle crisi sanitarie e climatiche, le donne sono sempre più vittime di violenze e discriminazioni. Ci spetta, più che mai, rimanere vigili”. Ha sottolineato in questa occasione le azioni della cooperazione internazionale e l’impegno della diplomazia monegasca nelle diverse sedi internazionali a favore dei diritti delle donne.

adv-111

A livello nazionale, il 2023 è stato incentrato sulla gioventù e la formazione con:

  • Due campagne rivolte ai giovani: una l’8 marzo incentrata sulle donne e lo sport visti attraverso la prospettiva della nuova generazione e l’altra il 25 novembre per sensibilizzare sulle violenze contro le donne e le ragazze nello spazio digitale;
  • La formazione di 99 professionisti coinvolti nella gestione delle violenze intrafamiliari e di 167 funzionari e agenti dello Stato sul sessismo sul lavoro.

Il 2023 è stato anche l’anno del rafforzamento nella lotta contro le violenze sulle donne con l’approvazione della legge sull’indennizzo delle vittime di violenze a carattere sessuale, crimini e reati contro i minori, e di violenze domestiche e altre violazioni dei diritti delle persone, nonché l’integrazione di Monaco nell’applicazione di sicurezza personale, App-elles.

adv-839

La Delegata interministeriale per i diritti delle donne, Céline COTTALORDA, ha affermato che “mirare alla giovane generazione è una necessità se vogliamo cambiare le mentalità” e si è anche detta consapevole che “il nostro argomento richiede pazienza e molta buona volontà collettiva”.

Così, il 2024 sarà un anno di mobilitazione collettiva con:

adv-114

  • Il proseguimento delle azioni di sensibilizzazione rivolte alla gioventù;
  • L’ampliamento della formazione professionale contro il sessismo e le violenze;
  • L’unione delle forze per favorire l’emergere di azioni comuni.

Dopo aver ringraziato tutti gli attori e i membri del Comitato per il loro impegno, Isabelle BERRO-AMADEÏ ha poi dato la parola a Saida ABOUID, consulente a Ginevra e specialista dell’educazione delle donne e delle ragazze, per una presentazione sui diritti delle donne nel mondo arabo.

Il prossimo appuntamento del Comitato è fissato per l’8 marzo, la giornata internazionale dei diritti delle donne, che riunirà tutti gli attori impegnati per questa causa, per una giornata, in un luogo unico nello spazio Léo Ferré. Per ulteriori informazioni, visitare https://dfm.mc/publications.


Leggi anche: gli eventi del weekend in Costa Azzurra


Visita La nostra Pagina Instagram