Pubblicato da Sara Contestabile in Attualità, Food & Fashion

Noémi Burlaud e Pierre Geronimi. Quando i cookies si sposano con il gelato

Il Maestro del gelato che conquista Francia e Monaco si é lasciato conquistare dai cookies di questa giovane pasticcera di Mouans Sartoux che ha dato vita al marchio “Charlotte Busset”
Condividi notizia:

Per due mesi il gelato di Pierre Geronimi sarà anche accompagnato dai cookies di Noémi Burlaud – Ho creato la maison “Charlotte Busset” – spiega Noémi – che, in sei mesi, é già divenuta . Decliniamo vari gusti di cookies, da quelli classici, a quelli vegani, a quelli senza glutine. Abbiamo una boutique a Mouans Sartoux con un laboratorio e una sala da the, in cui si possono gustare i i dolci appena usciti dal forno.

Noémi Burlaud, che ha aperto il suo primo negozio di cookies solo nell’ottobre 2016, aprirà presto un nuovo punto vendita “Charlotte Busset” nel dipartimento 06 e uno a Parigi. E ci spiega come é nato l’incontro e la collaborazione con il maestro gelatiere della corsica.

adv-893

-Volevo creare la mia impresa ma é nato tutto quasi per caso. La cucina, i cookies erano la mia passione, amo il bio e  stare attenta alla linea. Ho pensato che da una passione poteva nascere un business, anche se il mio settore prima era la moda. Ho iniziato nel 2015, ho depositato il marchio e da due anni faccio solo questo. Con successo perché stiamo già crescendo. La collaborazione con Pierre Geronimi nasce dopo il salone Sirha di Lione, rendez-vous mondiale dell’hôtellerie e della ristorazione. Durante una serata, sempre per caso ci siamo conosciuti e lui stava proprio cercando qualcuno che fabbricasse cookies da abbinare al suo gelato –

La collaborazione tra Noémi Burlaud e Pierre Geronimi é destinata a durare e far parlare anche all’estero. Già i due stanno lavorando ad un nuovo progetto – da leccarsi i baffi – a New York con mini cookies e “mochi” (il dolce giapponese) di gelato.

I cookies della maison “Charlotte Busset”

 

adv-554
Commenti
Ultime Notizie
Ultimi Video